AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SeOL
Ricerca in:
Ricerca

Ricerca Avanzata















Data Inizio 29/03/2015
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

 Pasqua 2015

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 29 marzo e domenica 5 aprile 2015.

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.


Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA)

 

 


Data Fine 05/04/2015
Descrizione I riti della Settimana Santa 2015 ad Adrano
Data Inizio 06/12/2014
Titolo Manifestazioni Natale 2014
Testo


Dal 6 dicembre 2014 al 05 gennaio 2015, le Associazioni Onlus, i Circoli Ricreativi, le Parrocchie, i Cittadini di Adrano, con la collaborazione del Comune di Adrano organizzano la 3' edizione di Adrano fa Natale”, una rassegna di appuntamenti  in linea con la tradizione natalizia.

Natale 2014

___________________________________________
(Scarica Programma)
Data Fine 05/01/2015
Descrizione Rassegna natalizia di appuntamenti culturali e di spettacolo
Data Inizio 16/07/2014
Titolo Manifestazioni S. Nicolò e Rassegna estiva 2014.
Testo


RASSEGNA ESTIVA:

 Estate 2014 - Manifestazioni - Logo

 Estate 2014 - Manifestazioni


CELEBRAZIONI RELIGIOSE:

  Celebrazioni religiose -p.1

  Celebrazioni religiose -p.2

_______________________________________________________

(PROGRAMMA DELLA RASSEGNA)

(PROGRAMMA MANIFESTAZIONI RELIGIOSE)

Data Fine 30/08/2014
Descrizione Manifestazioni in onore del Santo Patrono "S. Nicolò Politi" e Rassegna estiva "Vivi l'Estate 2014".
Data Inizio 17/05/2014
Titolo Maggio: Mese della Cultura
Testo

 

 Mese della Cultura - header

Dal 17 Maggio al 1 Giugno 2014 Adrano apre le porte all'arte e alla storia, con un  ricco e variegato calendario di iniziative organizzate dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con le Associazioni culturali e di volontariato: mostre, convegni,  visite guidate, concerti musicali e teatrali,  eventi sportivi, un risveglio culturale e sociale che coinvolge tutta la città.

Si inizia con un grande evento: la presentazione del libro di Saro Franco “ Storia di Adrano”, instancabile operatore culturale  che ha dedicato tutta la sua esistenza per far emergere , conservare e trasmettere le memorie storiche del nostro territorio, culminante nella cerimonia dell’intitolazione del Museo Regionale di Adrano al concittadino prof. Saro Franco.

  Particolarmente nutrita  la proposta di attività  culturali per valorizzare l’identità dei  contesti architettonici  ed urbanistici di Adrano e la sua cultura  locale:   le Mostre “Adrano 1900-2000”, per  illustrare Adrano nella sua evoluzione storica lungo l’arco del ‘900, “Numinaghi”, antichi detti della saggezza popolare siciliana scolpiti in pergamene di cotto, e “Etna una Montagna da scoprire”, conesposizioni di foto realizzate da giovani artisti adraniti. La presentazione della pubblicazione “Le Mura Dionigiane” della dott.ssa Gioconda Lamagna.

Iniziative  per riscoprire e  far rivivere  la vita quotidiana di un tempo del quartiere S. Giuseppe  e un convegno  per valorizzare l’antica chiesa di S. Giuseppe, preziosa testimonianza storico- artistica della città di Adrano.

Visite guidate   ai monumenti  e alle chiese di particolare interesse storico e artistico, a cura degli studenti delle scuole medie e superiori di Adrano.

Incontri culturali  e musicali  per conoscere e valorizzare personalità  adranite che si sono  distinte   in vari campi: il Recital  musicale  Sinite parvulos  che ripropone, in chiave musicale,   la storia di educatori adraniti che hanno speso la loro opera e la loro professionalità nell’educazione dei giovani, “Adrano in Rime”,  rassegna di vari poeti di Adrano,  e “Recita Adrano” , con l’esibizione degli alunni delle classi elementari di Adrano di canti tradizionali siciliani .

Il Mese della Cultura ad Adrano è anche cinema, con la  proiezione di film, di documentari storici e la storia del cartone animato.

 Per valorizzare le produzioni artigianali locali e le competenze femminili, quali strumenti di conservazione dell’identità culturale locale, la mostra “Intrecci incantati d’ago e filo - Dote di un tempo”.

Il Mese della Cultura ad Adrano è anche cultura della legalità con la presentazione del libro ”Un suicidio di massa: la morte di Attilio Manca” di Luciano Mirone, cultura della donazione ed educazione alla prevenzione, con l’organizzazione della Giornata della  Prevenzione e pure cultura dello sport, con tornei calcistici e  l’iniziativa “Corri Adrano”.

________________________________________

(SCARICA PROGRAMMA)

 


Data Fine 01/06/2014
Descrizione Storia - Arte - Tradizioni - Teatro - Sport - Turismo - Spettacolo
Data Inizio 13/04/2014
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

 Pasqua 2014 - Logo

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 13 aprile e domenica 20 aprile 2014.

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.


Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 20/04/2014
Descrizione I riti della Settimana Santa 2014 ad Adrano
Data Inizio 22/11/2013
Titolo Manifestazioni Natale 2013
Testo

Natale 2013

 

Dal 22 novembre 2013 al 06 gennaio 2014, la Confecommercio, i Circoli Ricreativi, le Associazioni Onlus, le Parrocchie, gli Artigiani, i Commercianti, i Cittadini di Adrano, con la collaborazione del Comune di Adrano organizzano la 2' edizione di Adrano fa Natale”, una rassegna di appuntamenti   in linea con la tradizione natalizia.

Natale 2013 Programma

(SCARICA PROGRAMMA)


 

Data Fine 06/01/2014
Descrizione Rassegna natalizia di appuntamenti culturali e di spettacolo
Data Inizio 21/07/2013
Titolo Manifestazioni S. Nicolò e Rassegna estiva 2013.
Testo

Vivi l'estate 2013

Dal 21 luglio al 11 agosto 2013, appuntamenti con Musica, Teatro e Sport

“Vivi l'Estate 2013” – così si intitola quest'anno la rassegna del Comune di Adrano - parte il 21 luglio e si conclude l'11 agosto.

Inizio il 21 luglio, in Piazza Umberto, con lo spettacolo "Primo Evento Estate", con Davide Simone Vinci e Francesco Scimeni. 

I big del cartellone di quest’anno sono i cantanti Annalisa Scarrone e Luca Carboni, che si esibiranno, in Piazza Umberto, rispettivamente il 4 e il 5 agosto, e il sassofonista jazz Francesco Cafiso, in concerto l'8 agosto, nella Villa comunale.                                                                 

Gli appuntamenti musicali sono fissati per il 23 luglio con "Canto Libero", tributo a Lucio Battisti, il 24 luglio con "Vermut, Progetto 23, Jesters", esibizioni di Band locali, il 25 luglio con "Suoni e Rumori del Mediterraneo", a cura del maestro Maurizio Burzillà, nella Villa comunale;  il 26 luglio "Alfio Antico e Triunedda" Band, il 27 luglio il gruppo musicale "Archinue" e il 28 luglio il gruppo jazz di "Giuseppe Mirabella" si esibiranno in Piazza Mercato. Ancora musica, il 30 luglio, nella Villa comunale, con il gruppo "Speed of Sound", e in Piazza Umberto, il 31 luglio, con il recital lirico "Stelle sotto il Castello", a cura degli artisti Rosaria Di Stefano, Piera Bivona, Giuseppe Stancampiano e Pietro Leanza. L'1 e il 2 agosto sarà la volta degli spettacoli musicali  "Miss blu mare 2013" e "Povera Patria". Il 4 e il 5 agosto, come detto, il clou degli spettacoli canori, con i due concerti live, in Piazza Umberto, rispettivamente, di Annalisa Scarrone e di Luca Carboni, e l'8 agosto, nella Villa comunale, l'evento jazzistico "Francesco Cafiso Duo". Nella serata del 7 agosto, la Villa comunale sarà la ribalta delle esibizioni musicali di talenti locali.

In programma anche l'appuntamento sportivo, il 28 luglio, in Piazza Umberto, per il 4° Trofeo podistico San Nicolò Politi.

La Villa comunale sarà  il palcoscenico degli spettacoli teatrali: il 29 luglio inizia l’Associazione "I Ciclopi" con “Miseria e Nobiltà”, si prosegue, il 6 agosto, con l'Associazione "Agazi" in "Sicilia...nità", il 10 agosto con l'Associazione "U Diri" in "Mprestimi a to' mugghieri" e l'11 agosto l'Associazione "Muse" nella commedia musicale "Hamelin".

I fuochi pirotecnici, la sera del 4 agosto, sono a cura della ditta "Fuochi dell'Etna" di Luigi Branchina.

Il 9 agosto, alla Villa comunale, concerto del Corpo Bandistico "CIM" di Adrano. 

Il programma dei festeggiamenti in onore di San Pietro, di San Nicolò Politi e della Madomma della Catena, prevede diverse manifestazioni religiose, che si svolgono, come ogni anno, nei giorni dall'1 al 5 agosto, con la partecipazione devota dei cittadini adraniti. Il 3 agosto, giorno di festività solenne dedicato a San Nicolò Politi, viene rappresentato il rito della "Volata dell'Angelo", che richiama migliaia di visitatori ad Adrano.                               

________________________________________________

(PROGRAMMA DELLA RASSEGNA)

(PROGRAMMA MANIFESTAZIONI RELIGIOSE)

Data Fine 11/08/2013
Descrizione Manifestazioni in onore del Santo Patrono "S.Nicolò Politi" e Rassegna estiva "Vivi l'Estate 2013".
Data Inizio 18/04/2013
Titolo La Settimana della Cultura 2013
Testo

ADRANO CITTA' D'ARTE

SETTIMANA DELLA CULTURA

STORIA - ARTE - TRADIZIONI - TEATRO - SPORT

La Settimana della Cultura di Adrano, giunta quest'anno alla 3^ edizione, si svolge dal 18 al 28 aprile 2013 e prevede un nutrito calendario di incontri e di manifestazioni in materie di Storia, Arte, Tradizioni, Teatro e Sport. 

______________________________________________

(SCARICA IL PROGRAMMA)

Data Fine 28/04/2013
Descrizione Storia - Arte - Tradizioni - Teatro - Sport
Data Inizio 24/03/2013
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

  Logo Pasqua 2013

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 24 marzo e domenica 31 marzo 2013.

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.


Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 31/03/2013
Descrizione I riti della Settimana Santa 2013 ad Adrano
Data Inizio 05/01/2013
Titolo Rassegna Teatrale 2013
Testo

Rassegna Teatrale 2013

Ricco e variegato, il cartellone della stagione teatrale 2013 promosso dall’amministrazione comunale. A partire dal prossimo 5 gennaio e fino al 27 aprile, il Teatro Bellini di Adrano ospiterà tutti gli appuntamenti.

La rassegna prenderà il via il 5 gennaio con “Omaggio al Cinema”, tributo musicale alle più belle colonne sonore eseguito dal Trio-Quartet. Il 12 gennaio spazio alla prosa con “Tutta colpa di Fofò”, commedia scritta da Giuseppe Privitera e portata in scena dalla Compagnia teatrale “Rosina Anselmi”, con Pippo Barone. Il 23 gennaio ancora teatro con “Un giorno da leone. Anzi due” di Antonello Puglisi, allestita dall’associazione artistica “Etnea Teatro” . Il 2 febbraio, la prima della serie di esibizioni delle compagnie locali con “Quannu è troppu...è troppu” della Compagnia d’Arte Efebo.

Con questo cartellone si tiene a battesimo il “1° Premio Teatrale Città di Adrano”. A quanti seguiranno le rappresentazioni delle compagnie locali verrà data una scheda per esprimere un voto di gradimento. Il 21 aprile, a rappresentazioni concluse, la Compagnia meglio classificata riceverà un premio speciale di 1000 euro.

La piece scritta dal giornalista Felice Cavallaro “Da Capaci a via D’Amelio. Terra bellissima” andrà in scena il 16 febbraio per la regia di Giovanni Anfuso.

Il 23 febbraio torna uno dei  musical più conosciuti e apprezzati di Tony Cucchiara, “Caino e Abele” nell’allestimento firmato dall’associazione di promozione sociale “Muse” di Adrano. Il 2 marzo arriva la banda: il Corpo bandistico C.I.M. di Adrano, diretto dal maestro Giuseppe Scavo. Un’altra compagnia locale, l’associazione culturale “U Diri – San Paolo” proporrà il 9 marzo “E’ domenica. Silenzio, grazie” di Domenico Platania. Al Bellini di Adrano torna il jazz: il 16 marzo in cartellone una esibizione del quartetto di Osvaldo Corsaro, pianista, con Antonella Leotta, cantante.

Il 23 marzo, la compagnia teatrale “I Ciclopi” proporrà “Biscotti alle Noci”, di Nino Criscione. L’Orchestra giovanile Etnea, diretta dai Maestri Antonio Garofalo e Gaetano Adorno, salirà sul palco il 5 aprile per la serata “Dal Barocco al Novecento”. Il 13 aprile, la commedia, firmata Vincenzo Salemme, “Premiata Pasticceria Bellavista”, portata in scena dall’associazione teatrale “I Senza Vergogna”.

Il 19 aprile il Gruppo Teatro “Attori Nati” con Cettina Distefano chiude in bellezza il cartellone ufficiale con “Un diamante di nome Trilly” di Valeria Maria Russo.

Fuori abbonamento gli spettacoli “Moda a Teatro”, il 21 aprile: il tradizionale appuntamento di musica e moda ideato e condotto da Diego Caltabiano (anch'egli tra i presenti alla presentazione di oggi) propone anche quest’anno il Premio Città di Adrano, assegnato ad una personalità adranita che si è distinta nel campo delle arti e della cultura. Per finire l’ “Adrano Talent Show”, il 27 aprile, spettacolo di musica e danza.

_________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 27/04/2013
Descrizione Otto rappresentazioni teatrali e 5 appuntamenti musicali. In più il bonus di due spettacoli fuori abbonamento
Data Inizio 19/12/2012
Titolo Manifestazioni Natale 2012
Testo

Natale 2012

 Adrano fa Nataleuna rassegna colma di appuntamenti di qualità in linea con la tradizione natalizia: mercatino sotto l’albero, tombola di solidarietà, esposizione di presepi, presepe vivente, mostre di pittura, concerti di jazz e musica polifonica e, per finire, fuochi d’artificio.

Oggi il via al programma con i presepi in vetrina in molti esercizi commerciali.


Le rappresentazioni artistiche della Natività ’sono il piatto forte dell’associazione Agazi: Carmelo Di Primo espone nei locali del Circolo Operai.


Il 30 dicembre, a partire dalle ore 19.00, le strade e le piazze di Adrano saranno lo scenario naturale del presepe vivente curato da Pietro Furnò, dall’associazione Pandora e dal Primo Istituto comprensivo. Tombole di solidarietà sono previste il 22 e 29 dicembre, organizzata dall’associazione Zest presso l’istituto John Kennedy e nella Casa di Ospitalità per indigenti e il 5 gennaio 2013 nei locali del Club Democratico, organizzata dai Lions Adrano-Bronte-Biancavilla
.

Dal 21 al 30 dicembre, in piazza Umberto associazioni e parrocchie allestiranno
un mercatino natalizio. Il 22 dicembre è protagonista la musica con un concertopresso il Club Democratico dedicato ad Astor Piazolla: si esibiranno i maestri Maurizio Burzillà e Sergio Giuffrida. Previsti due concerti di jazz: il primo il 30 dicembre alle 20.30 con il quartetto di Osvaldo Corsaro al Circolo Operai; il secondo al Circolo Democratico con “Claudio Cusmano Jazz Motion”, inizio ore 20.00.

Gran finale il 6 gennaio, ore 20.00, con lo spettacolo di fuochi d’artificio.
______________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 06/01/2013
Descrizione Rassegna natalizia di appuntamenti culturali e di spettacolo
Data Inizio 01/04/2012
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 1 aprile e domenica 8 aprile 2012.

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.

Per la prima volta, quest'anno, la Diavolata avrà anche un adattamento teatrale, che andrà in scena al "Teatro Bellini" di Adrano, il 29 e il 30 aprile.


Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA)


Data Fine 08/04/2012
Descrizione I riti della Settimana Santa 2012 ad Adrano
Data Inizio 16/02/2012
Titolo Il Carnevale 2012
Testo

Cinque i gruppi in maschera iscritti, in rappresentanza delle scuole adranite: 1° Circolo con il gruppo “Il Medioevo”; 3° Circolo “Sicilia Terra di conquista”; Mazzini “Belle Epoque – Lumières et Nuances”; Santa Lucia “La Storia dei Francobolli”; Verga “Marco Polo”.

Il via al carnevale, come da tradizione, verrà dato il Giovedì grasso, 16 febbraio, alle ore 17.00 con la sfilata dei gruppi in maschera. Alle 21.00 dello stesso giorno in piazza Umberto si esibirà  il gruppo musicale Navy & Crevy.

Venerdì 17 si terrà una festa in maschera, ingresso libero, nei locali del ristorante La Lanterna.

Sabato 18, ore 17.00, sfilata dei gruppi in maschera. Alle ore 21.00 in piazza Umberto si esibirà il gruppo musicale dei Checkmate.

Domenica 19 febbraio, alle ore 10.00, in piazza Umberto è previsto l’ormai consueto concorso “Mascherina 2012” riservato ai bambini in maschera. Nel pomeriggio, alle ore 17.00, ci sarà la sfilata dei gruppi in maschera. Alle 21.00 in piazza Umberto esibizione del gruppo musicale dei Fragma.

Lunedì 20, ore 20.00, il divertimento è indirizzato alla “terza età”: nei locali della Lanterna è prevista, infatti, una serata danzante riservata agli anziani.

Martedì gran finale, alle ore 17.00, con la sfilata dei gruppi in maschera e il concerto in piazza degli Exem   

Tutte le sfilate dei gruppi in maschera saranno riprese dalla televisione. Le serate sono presentate da Luca Bivona.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA CARNEVALE 2012)


Data Fine 21/02/2012
Descrizione Musica, sfilate dei gruppi in maschera e tanto spazio ai bambini, i veri protagonisti della festa: il Carnevale storico 2012 di Adrano conferma il mix di ingredienti che ne ha decretato il successo negli anni passati.
Data Inizio 08/12/2011
Titolo Manifestazioni Natale 2011
Testo

Natale 2011

Questo il programma del Natale 2011 di Adrano:  l’otto dicembre, ore 18.00, inaugurazione della mostra di presepi. Il 18 dicembre, mattina e pomeriggio, in piazza Umberto le associazioni di volontariato daranno vita all'animazione sotto l'albero. Il 22 dicembre, ore 17.00, i bambini del 1° Circolo didattico sono i protagonisti del presepe vivente. Il giorno di Natale festa in piazza.

Il 26 dicembre il presepe vivente curato dalle parrocchie adranite: si parte da piazza Barone Guzzardi per approdare alla vicina piazza Umberto. Il 30 dicembre e il 5 gennaio, ore 19.30, nella chiesa SS. Salvatore si terranno due concerti di musica natalizia a cura del coro Maria SS. del Rosario.  Il 4 gennaio, ore 19.30, nel Santuario Maria SS. Ausiliatrice ancora un concerto di musica natalizia a cura del coro Maria SS. Ausiliatrice. Il 6 gennaio spazio all'animazione natalizia con le associazioni di volontariato. Alle ore 18.30 rappresentazione vivente della natività con partenza da piazza Barone Guzzardi e arrivo in piazza Umberto.

___________________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 06/01/2012
Descrizione Presepi di cartapesta e animati, altarini votivi, concerti natalizi e feste per i più piccoli.
Data Inizio 04/12/2011
Titolo Rassegna Teatrale 2011-2012
Testo

Logo Rassegna Teatrale 2011/2012

Il 4 dicembre primo appuntamento della stagione teatrale varata dall’amministrazione comunale.

Dieci spettacoli – più due fuori abbonamento – che coprono un esteso arco temporale, fino al mese di aprile.

Il cartellone 2011-2012 della stagione teatrale si apre – come si diceva – il 4 dicembre con un classico di tutti i tempi: Miseria e Nobiltà di Eduardo Scarpetta, nell’edizione allestita dal Teatro della Città con Tuccio Musumeci e Marcello Perracchio. Il 14 dicembre è la volta di un beniamino del pubblico siciliano, Enrico Guarneri con L’Eredità dello Zio Canonico. Il 22 dicembre spazio all’opera lirica con Nabucco, diretto dal maestro Francesco Ledda.

Canti e musiche tradizionali sono il piatto forte del Concerto di Natale che si terrà il 29 dicembre con il gruppo I Maiaria. Il 13 gennaio è di scena l’operetta burlesca L’Inganni d’Amore con Angelo D’Agosta e Liliana Lo Furno.

Il 21 gennaio il varietà comico-musicale Varietà per Varie Età con Sandro Vergato.

Il 14 febbraio Giuliana De Sio è la protagonista della favola umoristica scritta da Woody Allen La Lampada Galleggiante per la regia di Armando Pugliese.

Il 24 febbraio spettacolo-celebrazione dei 150 dell’Unità d’Italia con Centocinquanta l’Italia si Racconta con Carlo Ettorre, Carlo Vitale e Cristina Caldani. L’operetta va in scena l’11 marzo con Cin Ci La, un classico del genere.

La rassegna chiude in bellezza il 26 aprile con Le Relazioni Pericolose interpretato da Corrado Tedeschi, Lorenza Mario e Paola Tedesco.

Tutti gli spettacoli s’inizieranno alle ore 20.30.

L’abbonamento per i palchi e la platea è di € 100,00. Il costo singolo per ogni spettacolo è di € 15 per le commedie, € 18 per le operette e € 22 per l’opera lirica. Abbonamenti e biglietti possono essere acquistati presso l’ufficio economato del Comune di Adrano.

Fuori abbonamento la serata-evento Moda a Teatro, il 18 dicembre, presentata da Diego Caltabiano e la rassegna di Bande musicali fissata per il 5 e 6 gennaio prossimi.

_________________________________________

( SCARICA PROGRAMMA )


Data Fine 26/04/2012
Descrizione Dieci spettacoli – più due fuori abbonamento – che coprono un esteso arco temporale, fino al mese di aprile.
Data Inizio 23/07/2011
Titolo Manifestazioni S. Nicolò e Rassegna estiva 2011.
Testo

RASSEGNA ESTIVA: IN CARTELLONE CI SONO GLI ZERO ASSOLUTO

Dal 23 luglio al 6 settembre appuntamenti con Teatro, Musica, Sport e Bellezza

“Notti sotto il Castello” – così si chiama la rassegna del Comune di Adrano - parte il 23 luglio e si conclude il 6 settembre.

Si parte con il “Rock sotto il Castello”, primo di tre appuntamenti con le nuove band musicali emergenti del territorio. I big del cartellone di quest’anno sono gli Zero Assoluto, il gruppo italiano si esibirà il 2 agosto. Sebbene ancora non ufficiale, il 4 agosto dovrebbero essere il gruppo dei Tinturia ad esibirsi sul palco di piazza Umberto.                                                                 

Quello dei Tinturia è uno degli spettacoli che rientra nel Circuito del Mito per il quale non si ha ancora la conferma ufficiale.

Le altre esibizioni musicali sono fissate per l’1 agosto con il concerto del gruppo musicale “Fusione 2” e il 6 settembre con la performance del gruppo Park Avenue   ( anche questa una data del Circuito del Mito ) e il 5 agosto con un recital lirico a cura dell’associazione “Giuseppe Verdi”. Il 3 agosto il corpo bandistico “CIM” di Adrano, diretto dal maestro Giuseppe Scavo, dedicherà un concerto musicale al Santo eremita di Adrano.

Il 31 luglio torna a far tappa ad Adrano l’appuntamento con “Ragazza Cinema Ok”,  il concorso di bellezza riservato alle giovani aspiranti attrici.

La palestra della scuola media Verga accoglierà 4 appuntamenti teatrali: il 29 luglio l’Associazione Muse con “Tutti Insieme Appassionatamente” e poi il 7, il 9 e il 10 agosto con le compagnie locali “I Ciclopi”, Udiri” e “Senza Vergogna”. La Villa comunale ospiterà il 30 luglio i due appuntamenti sportivi: il 2° Trofeo podistico San Nicolò Politi e la gara ciclistica “Trofeo San Nicolò Politi”.

Il 3 agosto, giorno di festa dedicato a San Nicolò Politi, grande attesa – come al solito – per la Volata dell’Angelo, rito che richiama migliaia di visitatori ad Adrano. Quest’anno la celebrazione eucaristica sarà presieduta da mons. Salvatore Pappalardo, Arcivescovo Metropolita di Siracusa.                                     

I fuochi pirotecnici sono a cura della ditta “Fuochi dell’Etna” di Luigi Branchina. 

_______________________________________________________

(PROGRAMMA DELLA RASSEGNA)     

(PROGRAMMA MANIFESTAZIONI RELIGIOSE)

Data Fine 06/09/2011
Descrizione Manifestazioni in onore del Santo Patrono e Rassegna estiva 2011
Data Inizio 17/04/2011
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 17 aprile e domenica 24 aprile 2011.

 

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.

Per la prima volta, quest'anno, la Diavolata avrà anche un adattamento teatrale, che andrà in scena al "Teatro Bellini" di Adrano, il 29 e il 30 aprile.


Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

________________________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 24/04/2011
Descrizione I riti della Settimana Santa 2011 ad Adrano
Data Inizio 03/03/2011
Titolo Il Carnevale 2011
Testo

Carnevale 2011

Una sfilata storica all'insegna dell'Unità d'Italia nel 150° anniversario della ricorrenza. All'insegna dell'austerity ma nel rispetto della qualità il Carnevale storico 2011 promosso dall'amministrazione comunale e presentato stamattina, nel corso di una conferenza stampa, dal sindaco di Adrano, Giuseppe Ferrante, e dall'assessore allo Sport, Turismo e spettacolo, Aldo Di Primo.

Protagoniste del carnevale adranita di quest'anno sono le scuole cui è stato affidato il compito di allestire i gruppi in maschera di ispirazione storica.

Questo l'elenco degli istituti partecipanti: 1° Circolo didattico “Italia unita nel nome del Carnevale”; 2° Circolo “Le Dame, i Cavalieri, le Armi”; 3° Circolo “L'Unità d'Italia – Le Regioni”; scuola media Mazzini “L'Italia s'è desta”; scuola media Verga “Il Gattopardo”. I gruppi sfileranno da via Garibaldi a via Roma nei giorni di giovedì 3 marzo, sabato 5 e martedì 8. Per venerdì 4 e lunedì 7 l'amministrazione ha preparato due feste nei locali della Lanterna, una delle quali dedicata agli anziani. Ingresso libero. Domenica 6 si svolgerà il concorso La Mascherina.

“E' un carnevale – spiega il sindaco di Adrano, Ferrante – condizionato dal punto di vista economico. Quest'anno, a causa dei problemi creati dall'Ato 3 cui appartiene il nostro comune, siamo stati costretti a ridurre i costi. Dovevamo decidere se togliere i sacchetti di spazzatura dalle strade o fare il carnevale: abbiamo cercato di fare tutte e due le cose. Un grazie di cuore alle scuole che ci hanno dato un mano d'aiuto e agli insegnanti che si sono prodigati nel lavoro”.

“Nell'organizzare questa manifestazione – osserva l'assessore Aldo Di Primo – abbiamo voluto contemperare due esigenze: rigore di spesa e qualità. Dispiace per l'esclusione dei gruppi in maschera tradizionali la cui presenza negli anni passati ha messo in moto l'economia locale. Confidiamo nel lavoro degli insegnanti che hanno il merito di avere saputo coinvolgere gli studenti offrendo loro una chiave di lettura storica del carnevale”.

Le sfilate sono presentate da Luca Bivona in collaborazione con Stefania Nicolosi e Sara Putrino. Ospite speciale è Diego Caltabiano. Le riprese televisive sono curate da Tva.

_________________________________________________

(PROGRAMMA)

Data Fine 08/03/2011
Descrizione Protagoniste del carnevale adranita di quest'anno sono le scuole cui è stato affidato il compito di allestire i gruppi in maschera ispirati all'Unità d'Italia nel 150° anniversario della ricorrenza.
Data Inizio 18/12/2010
Titolo Rassegna Teatrale 2010-2011
Testo

Rassegna 2010-2011

Si comincia sabato 18 dicembre 2010, con la "VI Rassegna Corale", intitolata al M° Pietro Branchina di Adrano

Mercoledì 22 dicembre protagonista l'opera lirica, con "Cavalleria Rusticana", di Pietro Mascagni.

Martedì 28 dicembre, nell’ambito delle rappresentazioni programmate dalla Regione Siciliana nei luoghi storici della Sicilia per “Il Circuito del Mito” ,  lo spettacolo “Good Morning Mister Down”.

Le manifestazioni previste per “Il Circuito del Mito” proseguono, martedì 4 gennaio 2011, con “Canto di Natale – Spettacolo di marionette”.

Sabato 8 gennaio, è di scena Enrico Guarneri, con “L’Aria del Continente” di Nino Martoglio.

Sabato 15 gennaio, “Novecento”, dall’omonimo romanzo di Alessandro Barrico.

Giovedì 20 gennaio 2011, si rappresenta l’opera di Luigi Pirandello “Non si sa come”, prodotta dal Teatro Stabile di Catania.

Lunedì 24 gennaio, “Concerto di musica lirico sinfonica”, a cura dell’Associazione Stesichoros.

“Moda a Teatro”, spettacolo di musica e moda, domenica 30 gennaio.

Giovedì 3 febbraio, “Cena a sorpresa”, opera teatrale di Neil Simon, con Giuseppe Pambieri, Giancarlo Zanetti e Lia Tanzi.

Una produzione del Teatro Stabile di Catania, “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello, con Pino Caruso, in cartellone sabato 12 febbraio.

La rassegna chiude domenica 20 febbraio 2011, con la commedia brillante “Testa di lignu”, di Antonio Pappalardo.

_____________________________________________

(SCARICA PROGRAMMA)

Data Fine 20/02/2011
Descrizione Teatro, opera lirica, spettacoli musicali e di moda nel cartellone della Stagione Teatrale 2010-2011 al Teatro Bellini di Adrano.
Data Inizio 15/07/2010
Titolo Manifestazioni S. Nicolò e Rassegna estiva 2010.
Testo

RASSEGNA ESTIVA: PER LE FESTE DI S.NICOLO’ C’E’ VALERIO SCANU

Teatro, arte, musica, sport e cabaret: Notti sotto il Castello fino al 16 agosto

E’ Valerio Scanu, idolo delle teen-ager, il nome di punta della rassegna estiva promossa dal Comune di Adrano denominata ‘Notti sotto il Castello’.

Il vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo - con la canzone “Per tutte le volte che..” - sarà ad Adrano il 4 agosto in piazza Umberto.

Il programma dei festeggiamenti in onore di San Nicolò Politi e la rassegna estiva di musica e spettacolo sono stati presentati oggi pomeriggio a Palazzo Bianchi nel corso di una conferenza stampa tenuta dal sindaco di Adrano, Giuseppe Ferrante, e dall’assessore alo Spettacolo, Aldo Di Primo.

Teatro, concorsi di bellezza, sport, cabaret, musica e mostra di pittura sono gli ingredienti del cartellone varato dall’amministrazione comunale.

“Il manifesto della rassegna – spiega il sindaco Ferrante – è incentrato sulla figura di S. Nicolò e sula Volata del’Angelo, una delle nostre antiche tradizioni. Ho il piacere di annunciare ai cittadini che Adrano, dopo essere stata la Città del Gonfalone d’Oro, sarà la Città di S. Nicolò Politi. Vogliamo così legare la città alle tradizioni”. 

Stasera il primo appuntamento della rassegna con il gruppo etno-folk Canzoniere Grecanico salentino. Il 16 luglio tocca a “I Beddi”, sabato 17 nell’ambito delle manifestazioni “Il Circuito del Mito” promosse dalla Regione Siciliana in piazza Umberto suoneranno “Gli Accademici di San Pietroburgo”. Il 23 luglio sul palco ai piedi del Castello Normanno un altro gruppo folk siciliano, i Ciaudà.

Il 25 luglio spazio al concorso di bellezza “Ragazza Cinema OK 2010”.

Il 31 luglio Manuela Villa in concerto. Il 2 agosto un altro gruppo siciliano: i Qbeta. L’1 agosto performance musicale di Dr. Felix, apprezzato dj della trasmissione “Chiambretti Night”.  

“Vogliamo che questi appuntamenti – spiega l’assessore allo Spettacolo Di Primo – diventino una fonte di sviluppo per tutto il territorio. Il taglio dela rassegna è all’insegna della varietà: ci sono appuntamenti di nicchia ma anche manifestazioni popolari”.

Lo spettacolo di fuochi d’artificio della sera del 4 agosto è curato dalla ditta Fuochi dell’Etna di Luigi Branchina. Il cabaret è affidato al duo Scimemi-Lembo con uno spettacolo ospitato presso la palestra della scuola media Verga. Identica collocazione per i 4 appuntamenti teatrali che vedono impegnate le compagnie “I Ciclopi” ( 7 agosto ), “Elite” ( 8 agosto ), “I Senza Vergogna” ( 11 agosto ) ed “Efebo” ( 13 agosto ).

Il 3 agosto tradizionale appuntamento con l’ormai storica Volata dell’Angelo cui farà seguito un concerto bandistico.

Il Gran Galà dello Sport ( 22 luglio ), il 1° Trofeo podistico Città di Adrano e il 1° Trofeo ciclistico “San Nicolò Politi” sono i tre appuntamenti in programma per tutti gli appassionati sportivi. Spazio anche alla creatività artistica con la Mostra estemporanea di pittura e “Adrano in cornice”, manifestazioni promosse da “Art Center”. Il 28, 29 e 30 luglio si terrà il primo Meeting del Mediterraneo “Concorso Stella delle Arti”.

Il 24 e 28 luglio Note sotto il Castello. Il 10 e il 12 agosto karaoke in piazza.

Il 5 agosto concerto e spettacolo musical dei “Canterini del Ponte dei Saraceni”.


Data Fine 16/08/2010
Descrizione Manifestazioni in onore del Santo Patrono e Rassegna estiva 2010
Data Inizio 28/03/2010
Titolo La Settimana Santa ad Adrano
Testo

I riti della Settimana Santa si svolgono, quest'anno, nel periodo compreso tra domenica 28 marzo e domenica 8 aprile 2010.

 

I giorni della Pasqua sono molto sentiti dalla popolazione di Adrano, che ha conservato nel tempo tradizioni e riti di grande spettacolarità e di intenso contenuto emotivo, i quali attirano ogni anno una moltitudine di fedeli e di curiosi, anche di altre città e stranieri.

La "Settimana Santa", infatti, contiene elementi tradizionali le cui radici affondano in epoche lontane.

Ha inizio la "Domenica delle Palme", con la rappresentazione della "Via Crucis", a cura dell'Associazione del Rosario, che vive il suo momento culminante con la scena della Crocifissione.

Cristo alla Colonna

Il "Giovedì Santo" la struggente processione della seicentesca statua del Cristo alla Colonna, con il capo pendente da un lato, pieno di lividi e di ferite, che suscita in tutta la popolazione un'immensa pietà.

La leggenda legata a questo episodio della Passione narra che il corpo di Cristo sarebbe legato ad una colonna con una corda senza nodo, per prodigio di un Angelo.

Il corteo, capeggiato dal clero e dalle molteplici Confraternite contraddistinte dal loro storico stendardo, parte dalla chiesa di San Sebastiano e si snoda lungo il corso Garibaldi, per giungere nella Chiesa Madre.

Gli uomini sorrreggono il fercolo sulle spalle e cercano di imitare le sofferenze di Gesù sotto il peso della croce, a passi lenti, con quella strana andatura di tre passi avanti e due indietro, e facendo a volte vacillare il fercolo, per rappresentare e far rivivere il tormento, le torture, le agonie che portarono il Figlio dell'Uomo al supplizio della croce.

La processione si scioglie a notte tarda, dopo aver portato la statua in visita nelle varie chiese, dove sono allestiti bellissimi sepolcri.

Madonna Addolorata

Per le vie cittadine,  la processione è accompagnata da una dolcissima e struggente musica, di incomparabile fattura artistica, che accompagna anche la processione della mattina del "Venerdì Santo", durante la quale l'Addolorata, portata a spalla da un folto numero di ragazze e di artigiani barbieri, va in cerca del Figlio.

La scultura della Madonna Addolorata, opera del Colella di Lecce, è ispirata alla "Vergine sul Golgota", una pittura ad olio dell'adornese Giuseppe Guzzardi, esposta nel Santuario di Maria Ausiliatrice.

Cristo Morto

La sera del "Venerdì Santo" è fra le più emozionanti e suggestive delle celebrazioni pasquali. Il Cristo Morto, " 'U Lizzanti", viene portato in spalla per le principali vie della città dai giovani universitari con il tradizionale copricapo a punta e accompagnato dalle autorità civili e dalle Confraternite, che indossano le cappe colorate dei rispettivi ordini. Lungo il percorso, la folla esegue in coro un canto funebre di grande effetto emotivo.

Nelle ore notturne del sabato, viene proclamata la resurrezione del Cristo. Questa, un tempo, avveniva a mezzogiorno, l'attesa del sabato veniva rotta dal suono festoso delle campane delle chiese cittadine; esse, infatti, venivano legate dopo la S. Messa del "Giovedì Santo". Durante la cerimonia, un grande telone del '700 viene issato nell'area presbiteriale insieme alla statua del Cristo Risorto: quando il telo viene issato, alcune candele, poste ai piedi della statua, si spengono e i contadini di un tempo, in base al numero di esse che rimanevano accese, traevano auspici per il raccolto.

La "Domenica di Pasqua", la mattina, vengono portate in giro per la città le tre statue del Salvatore, della Madonna e dell'Angelo (l'incontro avverrà dopo la rappresentazione della Resurrezione, ossia della Diavolata e dell'Angelicata).

Diavolata

In tarda mattinata, nella piazza Umberto, si svolge la sacra rappresentazione settecentesca della Diavolata (in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua"),  che si rinnova da 250 anni e si tramanda da padre in figlio. I personaggi principali sono i diavoli (Lucifero, Belzebù, Astarot), la Morte, eterna nemica dell'uomo, l'Umanità, simbolo della speranza, e l'Arcangelo Michele, avversario del demonio. I diavoli cercano di convincere l'Umanità a restare dannata, poichè il cadavere di Gesù Cristo, che è risorto, non è più nel sepolcro, ma interviene l'Arcangelo Michele che sconfigge definitivamente Lucifero, liberando l'Umanità.

Angelicata

Segue, ma soltanto dal 1980,  la rappresentazione dell'Angelicata, che con la Diavolata forma l'opera di Anselmo Laudani "La Risurrezione"; in essa, due Angeli offrono doni alla Madonna e al Cristo Risorto, il quale la proclama Regina del Cielo.

La Pace

Finita la sacra rappresentazione, davanti la chiesa di Santa Chiara, avviene l'incontro tra Maria e Gesù, la cosiddetta "Pace": la Madonna, che già dalla mattina era alla ricerca del Figlio risorto, incontra finalmente il Salvatore, tocca la piaga del Figlio e un Angelo annuncia all'umanità la redenzione degli uomini.

La rappresentazione della Diavolata, da alcuni anni, viene riproposta la sera, in uno scenario naturale di rara bellezza, qual'è piazza Umberto incastonata dagli storici edifici che la circondano e dal maestoso Castello Normanno, reso ancor più suggestivo da un'artistica e sapiente illuminazione d'ambiente.

 

Bibliografia:

"La Risurrezione - Diavolata e Angelicata", brochure a cura del Comune di Adrano;

"La Settimana Santa", brochure a cura del Comune di Adrano.

___________________________________________________

(SCARICA PROGRAMMA)

Data Fine 04/04/2010
Descrizione I riti della Settimana Santa 2010 ad Adrano
Data Inizio 11/02/2010
Titolo Il Carnevale 2010
Testo

Carnevale 2010 - Logo

Ogni gruppo in  maschera un preciso riferimento storico: è la scelta adottata dall’amministrazione comunale per promuovere l’edizione 2010 del carnevale che sarà, per l’occasione, il Carnevale storico. La rassegna è stata presentata dal sindaco di Adrano Pippo Ferrante e dagli assessori Aldo Di Primo e Andrea Neri.

Sul palco di piazza Umberto si alterneranno – a partire da giovedì grasso – i 10 gruppi in maschera che si sono iscritti al concorso: 6 associazione e 4 istituti scolastici. Questo l’elenco dei partecipanti: Carlo Magno e i Paladini di Francia (Giusi Di Maio); La Corte dei Moncada  (Letizia La Mela); Inti Raymi (Rosalba Leocata); L’Ultimo Zar (Rosa Neri); Alla scoperta dell’America (Giuseppa Scalisi); La Guerra di Troia (Rosaria Santangelo); L’allegria vien mangiando…sano (Circolo S. Giuffrida); Il Medioevo (Circolo don A. La Mela); Tutti Uniti nel mondo (Circolo San Nicolò Politi); Crono e i suoi figli (scuola G. Verga).

Le sfilate prenderanno il via giovedì 11 febbraio a partire dalle 15.30. La diretta televisiva è curata da Tva. Alle 21.30 dello stesso giorno, sul palco ai piedi del Castello Normanno è prevista l’esibizione di Tony Esposito e della sua band.

Venerdì 12 un veterano della musica italiana, Jimmy Fontana, è ospite della Festa degli Anziani organizzata dall’amministrazione presso il locale “La Lanterna”. Sabato 13 sfilata dei gruppi in maschera e animazione del Corpo bandistico Cim.

Domenica 14, ore 10.00, “Mascherina 2010” in piazza Umberto. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 16.30, sfilata dei gruppi in maschera e manifestazione storica “Uno spaccato del Medioevo” curata dall’associazione culturale “Giovani Oggi”. L’evento sarà ripreso da Mediterraneo Sat, visibile sul canale 842 di Sky.

Lunedì 15 a fare festa saranno, nel pomeriggio, i bambini dell’istituto “Sangiorgio Gualtieri”. In serata musica in piazza con i dj di Radio Studio Italia. Martedì 16 gran finale: alle 15.30 sfilata dei gruppi in maschera con diretta televisiva a cura di Tva.

In piazza Umberto, ORE 21.30, concerto di Nunzio Scordo e La Bidon Band.

Le serate sono presentate da Elisa Petrillo.

_______________________________________________

PROGRAMMA


Data Fine 16/02/2010
Descrizione Ogni gruppo in maschera un preciso riferimento storico: l'edizione 2010 del carnevale sarà, per l’occasione, il Carnevale storico. Sul palco di piazza Umberto si alterneranno, a partire da giovedì grasso, i 10 gruppi in maschera iscritti al concorso.
Data Inizio 14/12/2009
Titolo Rassegna Teatrale 2009-2010
Testo

Immagine stagione teatrale

Ad aprire la rassegna – il 14 e 15 dicembre - è una delle produzioni più famose dello Stabile etneo: Pipino il Breve, l’opera musicale di Tony Cucchiara interpretata da Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina. Il 19 e 20 dicembre vanno in scena due opere liriche: il Campanello di Gaetano Donizetti e Pagliacci di Leoncavallo.

Il 26 dicembre la Sala “Turi Ferro” del teatro adranita accoglierà il “Concerto di Natale” con l’Orchestra sinfonica Ucraina di Dnepropetrovsk diretta dal maestro Epifanio Comis, solista soprano Piera Bivona.

Lo stesso ensemble sinfonico, solista Giacomo Scinardo, sarà protagonista l’1 gennaio 2010 del tradizionale appuntamento con il Concerto di Capodanno.

Il 5 e il 6 gennaio è la volta del Birraio di Preston di Andrea Camilleri con Pino Micol, Giulio Brogi e Mariella Lo Giudice, regia di Giuseppe Dipasquale.

Enrico Guarneri è il protagonista – il 15 e 16 gennaio – della “Scuola delle mogli” di Molière. Il 20 e 21 febbraio la prima delle 4 rappresentazioni delle compagnie locali: la compagnia Efebo presenta La Patente e Civitoti in Pretura.

Il 2 e 3 marzo ancora una produzione di successo dello Stabile: Terra Matta, la ‘piece’ tratta dall’autobiografia di Vincenzo Rabito, di e con Vincenzo Pirrotta.

L’8 e 9 marzo Giovanni Anfuso porta in scena La Ragione degli altri di Luigi Pirandello. Il 13 e 14 marzo la compagnia locale ‘U Diri’ propone L’Arte della Beffa. I Senza Vergogna, il 20 e 21 marzo mettono in scena Don Cicciu U Preficu.

Il 9 e 11 aprile concerto di musica lirica con la cantante Laura Di Marzo.

Un classico delle commedie siciliane, San Giovanni Decollato nella rappresentazione della compagnia teatrale I Ciclopi, è l’appuntamento in cartellone per il 17 e 18 aprile. Il 15 e 16 maggio la rassegna chiude con Come spiegare la storia del comunismo ai malati di mente con Angelo Tosto, regia di Gianpiero Borgia.

“E’ una stagione teatrale di prestigio, - spiega il sindaco di Adrano, Pippo Ferrante - degna del nostro Teatro Bellini. Gli spettacoli prodotti dallo Stabile di Catania assieme alle opere proposte dalle nostre compagnie garantiscono un cartellone di qualità che, sono certo, sarà apprezzato da tutti”.

Tutti gli spettacoli si inizieranno alle ore 20.30.

Il “Bellini” ospita anche due appuntamenti patrocinati dal Comune di Adrano: il 24 gennaiola IV edizione di “Moda a Teatro” presentato da Diego Caltabiano. Nell’ambito della serata sarà assegnato il Premio Città di Adrano e un riconoscimento alla Protezione civile. Tra le 8 modelle che presenteranno i capi d’abbigliamento c’è anche Melissa Biondi Miss Pro Loco d’Italia 2009; il 6 febbraio concerto degli Exem.

“Quest’anno – spiega l’assessore allo Spettacolo, Aldo Di Primo – abbiamo cercato di elevare il livello della stagione teatrale attraverso un protocollo d’intesa con il Teatro Stabile di Catania attraverso il quale saranno rappresentate 6 commedie con attori nazionali. Questa collaborazione sarà estesa anche ad altre attività collaterali”.

“Parallelamente agli eventi culturali o rappresentazioni teatrali – osserva l’assessore alla Cultura, Angelo Cunsolo - anche quest’anno sarà presentata la IV edizione di Moda a Teatro, “Creativity”: si intende premiare la creatività di 4 stiliste, una milanese e tre siciliane. La novità di quest’anno è la sinergia tra il Comune di Adrano e i privati”.

_____________________________________________

PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

Data Fine 16/05/2010
Descrizione All’insegna della qualità il cartellone 2009-2010 del Teatro Bellini di Adrano. Sei opere che portano il “marchio” dello Stabile di Catania e poi una serie di appuntamenti con le compagnie locali, opera lirica, spettacoli musicali e di moda.
Data Inizio 13/12/2009
Titolo Manifestazioni Natale 2009
Testo

Natale 2009

Inaugurata, domenica 13 dicembre,  la “Via dei Presepi – 18 rappresentazioni della Natività allestite con l’aiuto di altrettante associazioni e parrocchie  -  il 20 dicembre, ore 18.00, nella chiesa del Rosario si terrà un concerto polifonico di musiche natalizie e cori gospel a cura dell’associazione Corale Stesicorea. Per il giorno di Natale, in piazza Umberto, ore 10.30, è previsto uno spettacolo di animazione. Il 27 dicembre, dalle 10.00 alle 12.00, il gruppo Siciliaecantus terrà vari spettacoli itineranti presso il centro anziani, la casa di riposo per anziani e la chiesa S. Pietro.

“E’ un Natale all’insegna della partecipazione - ha osservato il sindaco Ferrante – e per questa ragione il ringraziamento dell’amministrazione va rivolto alle 18 associazioni cittadine che con il loro lavoro hanno reso possibile tutto questo”.

Il primo cittadino ha fatto anche un appello al senso civico degli adraniti affinché collaborino al bene della città: “L’amministrazione è felice di addobbare di piante e fiori la città – ha chiarito il sindaco – ma tutto può rivelarsi inutile se commercianti e cittadini non si prendono cura degli addobbi”.

“Il programma di Natale - ha spiegato l’assessore Di Primo – ha l’obiettivo di allargare la partecipazione a tutta la città. La Via dei Presepi è stata concepita per valorizzare il centro storico della città. Ringrazio quanti hanno realizzato i presepi per avere fatto un ottimo lavoro”.

Il 30 dicembre, ore 19.30, l’associazione musicale Schola Cantorum “Maria SS. Immacolata” terrà un concerto polifonico presso la chiesa Santa Chiara.

Il 3 gennaio, ore 20.00, il coro “Maria SS. Ausiliatrice proporrà un concerto natalizio presso la chiesa di Gesù e Maria. Il 6 gennaio, a partire dalle 10.30, animazione in piazza Umberto.

__________________________________________________________________

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI


Data Fine 06/01/2010
Descrizione Presepi per le vie della città, cori gospel e animazione: un Natale ricco di tradizione che coinvolge giovani e anziani. Fino al prossimo 6 gennaio l’amministrazione ha varato una serie di appuntamenti natalizi con la musica in primo piano.
Data Inizio 26/07/2009
Titolo Manifestazioni S. Nicolo' Estate 2009
Testo

ARTE, MUSICA E BELLEZZE PER LE FESTE DI S .NICOLO’ POLITI

Il programma è stato presentato questa mattina dal sindaco Pippo Ferrante

Gli appuntamenti: Povia in concerto, Ragazza Cinema Ok, Etna Rock Festival

 

Prende il via il 26 luglio con il Concorso nazionale di bellezza “Ragazza Cinema Ok” il calendario di festeggiamenti varato dall’amministrazione comunale in onore del Santo Patrono di Adrano S. Nicolò Politi. Il cartellone di iniziative –presentato stamani dal sindaco Pippo Ferrante e dall’arch. Aldo Di Primo – spazia dal teatro all’arte e alla musica di qualità. Piatto forte del programma è il concerto del cantante Povia, il 4 agosto in piazza Umberto. Vincitore all’ultima edizione del Festival di Sanremo del Premio Stampa Radio Tv per il brano “Luca era gay”, il musicista milanese proporrà assieme alla sua band i brani del suo quarto album “Centravanti di mestiere” oltre, naturalmente, a “I bambini fanno ooh” la popolare canzone divenuta negli anni un inno a difesa dell’infanzia.

Bellezze siciliane saliranno sul palco allestito ai piedi del Castello Normanno in occasione della 2^ tappa regionale della gara nazionale di bellezza “Ragazza Cinema Ok”: la serata è presentata da Diego Caltabiano affiancato, per l’occasione, da Laura Iacono - bellezza ragusana che ha partecipato alla finale nazionale dello scorso anno - e da Luca Bivona.

Dal 28 luglio al 9 agosto nel cortile interno della scuola media Verga, il ‘teatro all’aperto’ accoglierà le compagnie teatrali locali e del territorio. Queste le commedie in programma: 28 luglio ‘Pudda a Causunara’ della Compagnia teatrale I Ciclopi; 29 luglio ‘Oltre il Limite’ della Cooperativa sociale Arte e Socialità; 30 luglio ‘L’eredità del zio canonico’ della Filodrammatica Giovanni Grasso; 7 agosto ‘Asso di coppe e tre di denari’ della Compagnia teatrale U’Diri San Paolo; 8 agosto ’Mprestimi a to mugghieri della Brigata Teatrale; 9 agosto ‘Finalmente è sabato’ della compagnia teatrale I Senza Vergogna.

Doppio appuntamento, il 31 luglio e il 5 agosto, è previsto l’omaggio a due grandi autori della canzone italiana con la 1^ Edizione di ‘Note sotto il Castello’, festival canoro in onore di Lucio Battisti e Fabrizio De Andrè. Ad Adrano si daranno appuntamento l’1 agosto, ore 21.00 piazza Umberto, le rock-band emergenti in occasione della 2^ edizione dell’Etna Rock Festival. L’appuntamento nazionale ospita 10 band dell’Isola ed è ripreso dalle telecamere di Antenna Sicilia che lo trasmetterà a settembre.

“E’ un cartellone di qualità – spiega il sindaco di Adrano, Pippo Ferrante – che mira a promuovere la nostra città nei giorni di grande devozione che riguardano il nostro Santo eremita. I nostri cittadini apprezzeranno certamente la varietà nella scelta degli appuntamenti. Ai turisti che vengono a visitare la nostra città vogliamo dare il benvenuto con questo cartellone di appuntamenti all’insegna della qualità”.

Il 2 agosto musica cubana in primo piano con l’Orchestra cubana ‘I Mantra’:  11 elementi tra cantanti, musicisti e ballerini. Etno-folk il 6 agosto con i Ciaudà, gruppo siciliano considerato tra le più interessanti novità degli ultimi anni.

A San Nicolò Politi, compatrono della città, è dedicata una mostra che sarà ospitata nel salone di Palazzo Bianchi. Nel segno della valorizzazione e riscoperta delle bellezze architettoniche della città la rassegna artistica “Art Festival International” organizzata dal centro artistico culturale ‘ArtCenter’ di Adrano.

Dal’1 al 23 agosto una serie di appuntamenti all’insegna dell’arte: opere di pittura, scultura e grafica culmineranno nel “Muretto degli Artisti” dentro la villa comunale, una sorta di monumento alla creatività che conterrà le opere donate alla città di Adrano dagli artisti italiani coinvolti nell’iniziativa.

Dall’1 al 5 agosto “Adrano in Cornice”: estemporanea di pittura per le vie e gli angoli più suggestivi del centro storico di Adrano. Il 3 agosto, subito dopo la tradizionale Volata dell’Angelo, nella palestra ‘Verga’ si esibirà la Banda musicale di Adrano.

La sera del 3 e del 4 agosto spettacolo pirotecnico curato dall’azienda ‘Fuochi dell’Etna’ dei fratelli Branchina.

___________________________________________________

PROGRAMMA MANIFESTAZIONI

 

PROGRAMMA FESTEGGIAMENTI RELIGIOSI

Data Fine 09/08/2009
Descrizione Manifestazioni in onore del Santo Patrono Estate 2009